Auto

Giu 15 ANCMA: MOBILITÀ SOSTENIBILE

Ancma ha lanciato il proprio documento programmatico per comunicare a istituzioni e stakeholder i temi e le priorità del comparto: quattordici pagine al centro delle quali trovano spazio la sicurezza stradale e gli interventi sul codice della strada, quali l’accesso in autostrada e sulle tangenziali per i motocicli 125cc e per quelli elettrici, l’introduzione dello sconto del 30% ai motociclisti sul pedaggio autostradale e la richiesta di investimenti per l’infrastrutturazione ciclabile. Focus anche sul settore dei componenti, dell’abbigliamento protettivo e dei caschi, su quello dei quadricicli e della bici che sta vivendo un momento di grande vitalità sul mercato, grazie alle esigenze imposte dalla pandemia e alla nuova domanda di mobilità sostenibile.

Pier Francesco Caliari, direttore generale di Ancma, ha dichiarato: “In questo percorso, se da un lato le due ruote a pedali sono per definizione un mezzo di trasporto a impatto zero, possiamo affermare con certezza che ciclomotori, scooter e moto, si trovano da sempre in un punto molto avanzato. Fruibilità, velocità negli spostamenti, minor spazio occupato, facilità di parcheggio, predisposizione all’intermodalità e minore impatto sul traffico urbano sono solo alcune delle caratteristiche che si fondano poi con la maggiore sostenibilità ambientale di questi veicoli e di queste prerogative è necessario che ne tengano conto amministrazioni locali e istituzioni nelle loro politiche e nella pianificazione della mobilità”.

Una replica a “ANCMA: MOBILITÀ SOSTENIBILE”

  1. Carlo Sidoli ha detto:

    non sottovaluterei l’elevato livello di inquinamento prodotto dai motori a due tempi, di cui pochi sembrano tenere conto.

.
.
Top