Auto

Giu 04 ANCMA: PIÙ INCENTIVI PER LE BICICLETTE

Il 3 giugno si è svolta la giornata mondiale della bici, istituita nel 2018 dalle Nazioni Unite, in quest’occasione Confindustria Ancma ha diffuso una nota in cui dichiara : “Il successo della bici (oltre 2 milioni di pezzi venduti nel 2020, pari a un + 17% sull’anno precedente) porta con sé opportunità di sviluppo senza precedenti sia sul piano economico sia per la qualità di vita, per coglierle è necessario uno sforzo corale in modo da passare dalla logica di incentivi all’acquisto a una prospettiva concreta di incentivi all’utilizzo, fatta di attenzioni sul piano culturale, investimenti per l’infrastrutturazione ciclabile e lo sviluppo ciclo turistico del nostro Paese, per garantire la sicurezza di chi sceglie nel quotidiano la mobilità dolce”. L’aumento della domanda e le conseguenze della pandemia hanno messo le aziende di fronte a sfide complesse che meritano l’attenzione delle istituzioni. “Il comparto ha dovuto affrontare l’allungamento dei tempi di consegna da parte dei fornitori asiatici di componenti, l’aumento dei costi di trasporto via mare e delle materie prime, le difficoltà nella logistica portuale: è importante che il mercato e i consumatori conoscano le ragioni di alcuni rallentamenti nelle consegne dei prodotti finiti, ma è altresì evidente che quanto sta succedendo apre oggi a un’evoluzione anche del nostro sistema produttivo che, se sostenuto e accompagnato in maniera sussidiaria, può creare ancora più occupazione e valore per il Sistema Paese”, conclude il comunicato.

Una replica a “ANCMA: PIÙ INCENTIVI PER LE BICICLETTE”

  1. Carlo Sidoli ha detto:

    Ho una bici elettrica pieghevole a pedalata assistita di provenienza asiatica con cui ho già percorso oltre 3.000 km su spostamenti ridotti (max 20 km per volta). L’ho pagata 300 Euro presso i magazzini Bossi di Saronno. Non vedo perché non possa esserci un costruttore italiano, anche artigianale, in grado di fare qualcosa di simile.

.
.
Top